L'associazione Culturale "Harwa 2001" ONLUS presenta:
La Tomba di Harwa - Autunno 2008
Diario di Scavo
 
novembre 2008
L M M G V S D
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30

2 Novembre

Eccomi di nuovo all'Ovest di Luxor.

Ho perso un po' il conto di quante volte abbiamo aperto e richiuso il cancello che protegge l'entrata alla Tomba di Harwa. Eppure, ogni anno, quando l'ispettore rompe il sigillo, l'emozione sale forte e intatta, quasi fosse la prima volta che entro all'interno delle sale scavate sotto la piana di calcare dell'Assasif. Quasi fosse ancora il 1995, quando ho varcato davvero per la prima volta la soglia della Tomba di Harwa. Sembra ieri e invece sono ormai passati tredici anni.

Tanto lavoro è stato fatto, tante cose sono cambiate. Persone che hanno partecipato a questa impresa se ne sono andate. Alcune anche in modo doloroso.

Il ritorno in terra d'Egitto si vive sempre un po' così. Sul filo di una nostalgia che si attenua lentamente con il passare dei giorni, con il riprendere delle attività, con le piccole scoperte che accompagnano la vita dello scavo, scandita da ritmi che divengono quasi rituali.

L'alba e i palloni aerostatici che punteggiano il cielo celeste-rosato. Il caffè, il tè e i saluti nell'esperanto che è la lingua della missione. Il taxi "baladi" di Naggar. La corsa insonnoliti verso l'Assasif. I saluti agli operai e la loro conta. L'inizio dei lavori e il grattare ritmico delle cazzuole. Il caffè e il tè preparato da Abd el-Megid. Lo scavo, le foto, gli ushabty, i blocchi, la ceramica, la pulizia e il consolidamento. Colazione e ancora il grattare ritmico delle cazzuole, le foto, gli ushabty, i blocchi, la ceramica, la pulizia e il consolidamento. Il taxi "baladi" di Naggar. La corsa affamati verso Casa Italia. Il pranzo leggero di Nasser. La siesta, le chiacchiere, le passeggiate. Il tramonto sempre uguale, sempre diverso, sempre straordinario. Il lavoro sulla documentazione. La cena. Le chiacchiere, le risate oppure il film e poi a letto. E nuovamente l'alba ...

Così trascorre la nostra vita all'Ovest di Luxor. Così abbiamo ormai consumato una decina di giorni.

La Tomba di Harwa è stata infatti aperta nella tarda mattinata del 22 ottobre scorso. Era mercoledì e c'è stato soltanto il tempo di pulire il cortile dove si concentrano le attività di scavo di quest'anno prima della pausa del venerdì. Abbiamo cominciato a lavorare a pieno ritmo soltanto il 24.

Ecco. Ho iniziato nuovamente questo diario. Il ghiaccio è rotto. Domani racconto cosa è successo davvero in questi dieci gironi. Ben ritrovati ...