TOMBA DI HARWA
Diario 2000
Ottobre
Novembre
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
Dicembre
Pagina iniziale

 

     
francesco.tiradritti@harwa.it
 
4 novembre 2000
     
 
Sabato 4 novembre 2000

Ho iniziato ad ampliare lo scavo davanti all’entrata. Lo strato di sabbia e schegge di calcare ha infatti iniziato a lasciare il posto a terreni di diversa composizione e consistenza. Non appena si delinea una situazione più netta sarà necessario compiere i rilevamenti del caso e iniziare a distinguere i vari strati.
A colazione abbiamo trovato in albergo Anne Seiler, la ceramologa tedesca che lavora quest’anno con la nostra missione e che è appena arrivata con il treno dal Cairo. Per me è un piacevole ritrovarsi, visto che ci conosciamo ormai dal 1991. Ci siamo incontrati proprio qui a Tebe Ovest. Lei lavorava nella missione archeologica tedesca di Dra Abu el-Naga, io facevo allora parte dell’équipe di scavo dell’Università di Roma. Anne è molto brava e ha già lavorato in Egitto e Sudan in missioni tedesche, inglesi e francesi. Il suo contributo sarà fondamentale per far “parlare” le tonnellate di ceramica che si sono andate accumulando nei vari anni di scavo.
Il resto della mattinata trascorre nell’affinamento delle metodologie di scavo che acquista contorni sempre più precisi, ma che subisce un inevitabile rallentamento.
 
 
 
  < Giorno precedente

Giorno successivo >