TOMBA DI HARWA
Diario 2000
Ottobre
Novembre
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
Dicembre
Pagina iniziale

 

     
francesco.tiradritti@harwa.it
 
9 novembre 2000
     
 
Giovedì 9 novembre

Nel microbus che ci porta sullo scavo cantiamo “tanti auguri a te” ad Alessandra che compie gli anni.
Lo scavo all’esterno dell’entrata della tomba procede lentamente. Gli operai lavorano sotto a una parete di detriti alta almeno quattro metri. I portatori di cestino vanno avanti e indietro con regolarità. I loro passi sono scanditi da tutta la serie di incitamenti del rais.
Sposto Mohammed Sid Ahmed all’interno della rampa d’accesso con il compito di chiarificare la situazione stratigrafica. Proprio da qui proviene l’unica vera sorpresa della giornata: un frammento superiore di ushabty in fayence. La mancanza di un pilastro dorsale lo data con certezza a prima della XXVI dinastia. L’invetriatura è di colore azzurro, ma si tratta soltanto di uno strato preparatorio. Alcune minuscole tracce della superficie originaria dimostrano che doveva essere un tempo verde. E’ tipologicamente molto simile ad altri ritrovati negli anni precedenti. Su uno di questi è stato possibile leggere il nome di Harwa che si vedrebbe così attribuite due serie di ushabty diverse, una in pietra e una in fayence. Anche questa è una delle tante cose che rendono la tomba di Harwa un monumento unico.
Mariolina e Giuliana continuano i rilievi con Mustafa. Daniel viene trasferito ad aiutare Anne. Deve verificare se tra i frammenti ceramici esaminati ve ne siano che attaccano.
Lo scavo ha termine alle dieci. Mezza giornata di libertà agli operai perché domani è la festa di Abu el-Haggag, la ricorrenza religiosa più importante della Luxor mussulmana. Proprio alle 10 arrivano in visita Mohammed Nasr, direttore del Museo di Luxor in compagnia del rettore dell’Istituto di restauro locale. Con loro c’è anche Ibrahim Soliman, un capo ispettore che conosco dal 1989 e che è più di un amico, che ci offre di andare a visitare la tomba di Nefertari.

 

 

>

 
  < Giorno precedente

Giorno successivo >