TOMBA DI HARWA
Diario 2000
Ottobre
Novembre
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
Dicembre
Pagina iniziale

 

     
francesco.tiradritti@harwa.it
     
Qurna, 17 - 19 novembre 2000
      001119, Andrej Niwinski.jpg  
     
 

19 novembre

Ci siamo svegliati mezz’ora prima per andare a visitare la missione polacca che lavora sulla parete rocciosa al di sopra del tempio di Hatshepsut a Deir el-Bahari. Il suo direttore, Andrej Niwinski, intende dimostrare una sua teoria secondo la quale dovrebbe esistere un secondo nascondiglio di mummie in cui sarebbero state sepolte le mummie dei sacerdoti di Amon della XXI e XXII dinastia. Un simile sepolcro comune era stato scoperto dalla famiglia degli Abd el-Rasul (gli antenati dei nostri padroni di albergo) nel 1881 e al suo interno erano state trovate le mummie di molti famosi sovrani del Nuovo Regno.
Per dimostrare la sua ipotesi Niwinski dovrà lavorare a mezza costa sulle scoscese pendici di Deir el-Bahari per un periodo che è impossibile determinare. Al termine del suo lungo scavo potrebbe anche trovare soltanto una tomba non finita, come spesso accade e come potrebbe accadere anche nel nostro caso con il fronte di roccia tagliata messo in luce nei giorni scorsi. Le teorie che ci ha esposto mentre ci inerpicavamo abbarbicandoci a scalette precarie di legno e di corda hanno più del visionario che dello studioso. La scoperta della parte centrale dell’elsa di una spada databile alla fine della XVII dinastia gli fa parlare della fantomatica tomba di Amenofi I. La ricerca del sepolcro del sovrano, che in tutta la riva ovest di Tebe era considerato un vero e proprio dio, sta diventando l’ossessione di molti colleghi. Daniel Polz sostiene che si trova a Dra Abu el-Naga, una missione austriaca dovrebbe arrivare tra breve a Qurna per cercare questa tomba nella parte meridionale dell’anfiteatro di Deir el-Bahari. Chi avrà ragione?
 

>

 
  < Giorno precedente

Giorno successivo >