L'associazione Culturale "Harwa 2001" ONLUS presenta:

Tomba di Harwa 2007

 
 

INDICE
PAGINA INIZIALE

28 dicembre

 
NOVEMBRE
LU MA ME GI VE SA DO
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Localizzazione degli scavi

 

LA FOTO DEL GIORNO

CHI ERA HARWA

VISITA VIRTUALE

LA MISSIONE
I membri
L'ispettore
Gli operai


di Francesco Tiradritti

Molte delle persone che ho sentito in questi giorni di festa mi hanno chiesto come mai il diario di scavo si sia interrotto il 9 dicembre scorso, proprio in un momento in cui stavo per rivelare qualcosa di veramente interessante. E' successo che sono dovuto rientrare in Italia di corsa.
L'emergenza è poi rientrata, ma non sono più tornato in Egitto e non lo farò fino a metà gennaio, quando avrà svolgimento la stagione di studio epigrafico.
Quello che promettevo di raccontare nella pagina del 9 dicembre era che lo scavo, continuandosi ad allargare nell'area del portico settentrionale aveva raggiunto la parete di fondo. Qui si era avuta quella che potrebbe risultare la vera scoperta della stagione...
Gli operai stavano lavorando proprio davanti al registro di rilievi con le delicate figure dei portatori di offerta, considerate ormai capolavori dell'arte scultorea egizia (a dirlo sono i colleghi che hanno avuto modi di vederli. Io mi limito a essere d'accordo). Nella parte sottostante vi è un secondo rilievo, lasciato incompleto. Questo lasciava presupporre che anche quello più in basso, sul quale compaiono le scene della danza-tjeref a qualche metro di distanza, fosse rimasto incompiuto. Invece... Sorpresa! La rimozione di un sottile strato di detriti ne ha messo in luce la parte superiore, risultata decorata con una linea di geroglifici con i titoli di Harwa (che corrono anche sopra la scena della danza-tjeref). Ancora qualche colpo di cazzuola ed è affiorata le estremità delle dita di una mano destra sollevata. Tutto lascia presupporre che si tratti del proseguimento delle scene di danza incise più a sinistra. Tutto lascia presupporre che l'incisione delle figure sia stata portata a termine...
Dovrò aspettare mesi prima di vedere dove finisce la mano. E voi con me. Se però tanto mi dà tanto e se la mia ipotesi che la danza continui anche in questo punto si rivelasse fondata, ci troveremmo davanti a una delle più ampie e dettagliate rappresentazioni di un ballo per l'antico Egitto. Potremo forse ricostruire tutti i passi... Nella Missione Archeologica Italiana a Luxor gli esperti non mancano certo. Nel 2008 o nel 2009 (chissà quando riusciremo mettere in luce tutta la parete di fondo del portico settentrionale) preparatevi a ballare al ritmo della "Danza di Harwa"...
Per il momento, mi congedo da voi. Mi scuso per riprendere e chiudere questo diario così tardi. Vi auguro un 2008 veramente speciale, pieno di tutto quello che più desiderate.
 

 
    < Pagina precedente